Monday, 10 June 2019 07:32

Come si modifica il DNA. Cosa dice l'Epigenetica

Secondo gli studi scientifici sull'epigenetica il nostro genoma che riguarda una parte di codifica dei geni ed una non codificante ancora poco nota, è influenzato dalle esperienze che vengono svolte nell'ambiente quotidiano, questo significa che il nostro DNA subisce modificazioni, che prendono il nome di modificazioni epigenetiche, pertanto il genotipo, fenotipo e l'ambiente sono influenzati da processi molto simili tra loro. Pare che questo processo di instauri sin dalla nascita e che particolari meccanismi di regolazione dei geni, entrano in gioco nella fase embrionale.

Cos'è l'epigenetica? Consiste in uno studio dei cambiamenti che influenzano il fenotipo; il DNA in realtà non si modifica, ma piuttosto ciò che vengono alterate sono delle trascrizioni in specifiche vie molecolari, mentre la sequenza di DNA resta appunto integra. Ricordiamo che la trascrizione del DNA avviene per via enzimatica in una molecola chiamata RNA.

Ciò che a livello ambientale è capace di modificare ed influenzare i geni sono i nutrienti e quindi ciò che mangiamo, lo stress a cui si è esposti, in particolare in fase evolutiva nei primi anni di infanzia e negli stadi a seguire dello sviluppo, fattori sociali tendono a ripercuotersi e tendono ad influenzare non solo lo stress, ma anche l'apprendimento, la memoria e la sessualità.

L’influenza dell’ambiente. I meccanismi epigenetici conferiscono un alto grado di plasticità e stabilità al pattern di espressione genica di ciascun individuo, tuttavia si pensava che la flessibilità di questi meccanismi (in particolare della metilazione) in risposta ai segnali provenienti dall’ambiente fosse limitata ai primi stadi di sviluppo embrionico. In realtà gli studi moderni che riguardano l'epigenetica, hanno dimostrato ampiamente che i cambiamenti avvengono a fronte dell'esperienze vissute durante tutto l'arco della vita. In uno studio condotto su gemelli si è dimostrato che i cambiamenti epigenetici divergevano significativamente dopo i 28 anni, mentre risultavano convergenti prima di questa indicativa fascia di età, ciò dimostra che esistono condizioni di modificazioni basate sulle esperienze condotte nel corso della vita e che il DNA nei suoi processi ne è pienamente influenzato.

Nelle fasi di sviluppo l'ambiente sociale ha un forte impatto e vi è forte relazione tra esso e le conseguenze neurobiologiche sia per quanto riguarda gli animali che per gli esseri umani, in fase di sviluppo hanno particolare influenza il rapporto madre-figlio/a e bambino-adulto. Quando accadono traumi in età infantile a causa di si avversità, si instaurano meccanismi epigenetici di mutazione per adattarsi alla nuova condizione dell'ambiente: eventi altamente stressanti come lutti,abusi,malattie,disturbi dello sviluppo hanno conseguenze di mutazione che possono essere conseguentemente ereditate e manifestate nei discendenti.

Secondo gli studi condotti dall'University School of medicine nel Massachusetts pubblicati sul Translational Psychiatry vi sarebbero le conferme di quanto scritto: Tratti di fragilità nei bambini possono essere facilmente ricondotti ad alterazioni epigenetiche trasmesse dai genitori. In questo caso parliamo non di una sequenza di Dna che si associa al trauma, ma bensì di una variazione di espressione dei geni e di come si manifestano nel Fenotipo


I ricercatori hanno analizzato, in un gruppo di volontari umani (28 uomini adulti), la relazione fra un trauma del passato e l’eventuale presenza di tali modificazioni epigenetiche.
I ricercatori hanno proposto ai volontari il questionario Adverse Childhood Experiences (Ace), un test con 10 domande che viene usato per rilevare traumi durante l’infanzia e l’adolescenza: fra gli eventi più stressanti sono stati indicati abusi fisici o psicologici, abbandono, mancanza di cure, divorzio dei genitori ecc.
Individuati i traumi, hanno proceduto ad identificare i microRNA (presenti anche nello sperma umano) in quanto alcune evidenze hanno dimostrato che fattori esterni, ad esempio l’abitudine al fumo e l’obesità, possono alterarli. Ma solo oggi arriva la dimostrazione che lo stress possa impattare su tali componenti.
Dai risultati è emerso che i traumi sono collegati ai livelli di due miRNA individuati negli spermatozoi umani, chiamati miR-449 and miR-34.
I volontari che avevano vissuto eventi traumatici particolarmente gravi e protratti nel tempo, presentavano livelli 300 volte più bassi di questi due miRNA rispetto a chi aveva subito traumi minori.
Con studi precedenti su topi, inoltre, i ricercatori avevano mostrato che queste variazioni erano associate ad ansia e a problemi nella socievolezza delle cavie per almeno tre generazioni.


Questi studi confermano che i cambiamenti epigenetici sono stabili ed ereditabili e che lo stress è anch’esso quindi ereditabile. Sarebbe importante tenere in considerazione le modificazioni epigenetiche anche per avere un quadro più chiaro della salute fisica e mentale di un paziente.
Questi cambiamenti, come già ribadito, sono reversibili (a differenza di quelli genetici che alterano le sequenze del Dna) quindi, in via teorica, un giorno si potrebbe essere grado di intervenire per ripristinare i bassi livelli di miRNA negli uomini esposti a traumi estremi.

Considerazioni personali a riguardo: Questi studi sono assolutamente affascinanti e confermano l'importanza riguardo al modificare il proprio stile di vita per permettere ai nostri figli di stare meglio, partendo da noi stessi, in chiave scientifica mi viene da pensare quanto sia vera la frase " Le colpe dei padri ricadranno sui figli per generazioni e generazioni" dove sebbene parliamo di Bibbia, Dio non esiste se non come processo genetico. Inoltre penso anche a tutte quelle metodiche di trascrizione del DNA sia mentali che con la musica o altri strumenti di vibrazione , capaci di modificare il DNA che tanto lasciavano perplesse le persone. Ora sappiamo che il DNA è modificabile in quella parte genetica che è in relazione con l'esterno e trova risposta nella nostra interiorità, ma ciò che lo rende ancora più interessante è il fatto che tutto sembra essere reversibile, e pertanto anche un trauma può essere corretto partendo dal codice genetico.

Rate this item
(0 votes)

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.