Lasciati ricaricare di Energia Spirituale!

Don´t wait for opportunity. Create it!

Sabato, 23 Giugno 2018 06:59

Chi lavora con l'Energia e la Meditazione, lavora anche con il Male?

Written by
Rate this item
(0 votes)

Prendo spunto da una domanda che mi è stata fatta più volte, ma tu operi solo con la luce? Non è che mi mandi qualche cosa di negativo? oppure Riesci a togliermi la negatività? Qualche tempo fa parlando con un Frate, quando mi chiese della mia occupazione, io risposi genericamente di essere un Pranoterapeuta e poi aggiunsi ironicamente riguardo il pensiero contrario della chiesa, lui non ebbe alcun giudizio, mi disse che se invocavo la luce e gli esseri luminosi non avevo nulla di cui preoccuparmi, non che io lo fossi, diversamente è il risultato invece se l'invocazione viene fatta rivolta ad esseri inferiori. Il mio pensiero però è ben distante da una visione così banalmente superstiziosa a riguardo, siamo sempre così intrappolati dal giudizio e dalla discriminazione che vediamo sempre le cose a metà, nella tradizione taoista il male ed il bene coesistono armoniosamente in stretto equilibrio, per cui la paura non è contemplata, ciò non significa che il mio operare non sia unicamente rivolto in direzione delle forze luminose.

Quando operiamo per il bene restiamo comunque Esseri Umani non perfetti, inoltre è difficile sostenere il carico della perfezione quale modello, questo stato crea conflitti profondi in coloro che tentano di ricalcare questa idea di perfezione, invece conoscere i propri lati oscuri, passatemi il termine, quali stimoli su cui concentrare il proprio lavoro è per me un segno di grande umiltà e questo non determina alcuna differenza sull'esito del lavoro svolto in un trattamento energetico. Mi spiego meglio! Le emozioni che viviamo, i pensieri e lo stile di vita sono sempre in costante bilico tra bene e male, fintanto che il nostro atteggiamento è discriminante, ma questa attitudine complica il senso di come viviamo, ad ogni livello di emozione coesistono esseri sottili che risuonano con quel livello di frequenza, per fare un esempio uno stato di Rabbia rispetto un sentimento di amore, è costituito di esseri meno luminosi nel primo caso e luminosi nel secondo caso, ma entrambi svolgono un lavoro sull'individuo affinché egli possa riconoscere le proprie debolezze e trasformarle, sebbene spesso ciò richiede tempo e sforzi non indifferenti. Il nostro è un percorso di crescita e di evoluzione e neppure gli insegnanti e gli operatori del bene sono esenti anche se ci piace pensare diversamente, spesso confondiamo il nostro immaginario con la realtà che è parte di questa grande scuola che è chiamata esistenza, non esiste nessuno perfetto e candido al momento questa idea rimane tale fintanto che tutta la terra non ha raggiunto un grado di maturità tale per cui le cose potranno essere differenti. Per cui in ciascun individuo coesistono sempre queste due forze su livelli di frequenza differenti a secondo del livello di sviluppo della coscienza, fare del bene non significa assolutamente nulla, aiuta quello certamente, ma nell'interiorità di chi crede di avvicinarsi alla luce possono muoversi tante dinamiche conscie ed inconscie, per cui l'agire per il bene non necessariamente assume tale significato reale. Si può credere di Amare e pensare di essere nel bene mentre invece il nostro modo di interpretare questo sentimento può originare una serie di comportamenti dannosi per altri, semplicemente perché è così che siamo stati abituati a vivere, è difficile in questo caso essere discriminanti senza conoscere a fondo le dinamiche della persona in questione, in lei albergano sicuramente forze negative, mentre è fortemente convinta del contrario, occorre dunque avere ben presente ciò di cui parliamo spesso in modo così superficiale e non cadere nel giudizio avventato. Agire nel bene è sempre una buona cosa, ma attenzione alle apparenze, preferisco chi ammette le proprie debolezze e ci lavora per migliorarle, piuttosto di chi lotta con sé stesso per apparire ciò che difficilmente è in grado di sostenere, nel confronto tra essere ideale ed il semplice essere ciò che si è. 

In risposta alla domanda se Lavoro per il bene, non posso che rispondere che si il mio orientamento è senz'altro quello, ma non sono così perfetto e quindi lavoro costantemente per migliorarmi senza avere paura di ciò che convive nella mia interiorità e soprattutto senza mentire a me stesso. 

Read 64 times Last modified on Sabato, 23 Giugno 2018 08:10
Fabrice Croci

Mi chiamo Fabrice Croci e sono il blogger di Energia Spirituale, da oltre vent'anni mi occupo di Ricerca per il miglioramento dello Stile di Vita partendo dall'equilibrio interiore e della coscienza, sono Laureato in Psicologia ed Imprenditore. Da quindici anni lavoro come terapeuta ed Istruttore di tecniche energetiche, scrivo e condivido pensieri e suggerimenti con chi mi segue. 

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

  • Contattami per ricevere Maggiori Informazioni!

    Sono lieto di condividere con Te l'esperienza dell'Energia Spirituale.

  • Preparo per te un Programma Mirato per Ristabilire l'Armonia!

    Senza L'Energia Spirituale necessaria è difficile condurre una vita Serena.

    ...
gtag('config', 'UA-52553462-2');