Sunday, 10 February 2019 13:44

Come fare per chiedere aiuto al proprio Angelo

Ti sei mai chiesto come fare per chiedere aiuto al tuo Angelo?

Prima di tutto ci credi agli Angeli? Pensi che appartengono invece al mondo immaginario delle persone o in qualche modo credi che riescano a entrare in contatto con la nostra dimensione terrena? È difficile comprendere quanto ci sia di vero nell'esistenza di queste figure mistiche senza avere mai avuto la possibilità di entrare in contatto diretto con loro. Eppure gli Angeli appartengono alle culture di molte religioni da migliaia di anni, si trovano nell'Antichità quanto nei tempi di oggi e pare che nell'epoca della condivisione multimediale che ci contraddistingue, siano parecchi anche i testimoni di eventi straordinari dovuti all'intervento di questi esseri luminosi. Basta tutto questo per farci credere alla loro presenza?

Fosse così il mondo potrebbe essere un luogo migliore, basterebbe chiedere l'intervento del proprio angelo personale per superare i propri momenti difficili e risolvere tutti quei problemi che ci tormentano, invece ancora nessuno è stato in grado di comunicare in modo abbastanza convincente da impattare sul pensiero comune delle persone. La fede delle persone non pare neppure l'elemento centrale in grado d'innescare questo meccanismo comunicativo, se così fosse le alte rappresentanze delle religioni potrebbero ritenersi privilegiate, eppure stando alle loro convinzioni la presenza degli angeli dovrebbe essere considerata come parte integrante della vita di ciascun fedele.   

Preghiera dell'Angelo Custode

Angelo di Dio, che sei il mio custode, illumina, custodisci, reggi e governa me che ti fui affidato/a dalla Pietà Celeste. Amen.

Questa breve preghiera dell'Angelo Custode è comune a tutti i Cristiani, almeno così dovrebbe essere, dato che si tratta di una delle preghiere che da bambini ci si ricorda forse meglio. Credo non solo perché corta, ma anche per quel senso di dolce protezione che si poteva percepire dalle parole del testo. Di preghiere rivolte agli Angeli per chiedere la protezione e la guida ne esistono veramente tante, tra queste spesso risulta ridondante la strumentalizzazione con cui le stesse sono impiegate per orientare l'attenzione del fedele, vincolandola al concetto di fede nella propria organizzazione, come se soltanto questo legame assicurasse l'intervento degli angeli, ma come vediamo questa intercessione così esclusiva, così speciale non sembra essere. La fede quindi non c'entra molto con il saper comunicare con gli Angeli, anzi talvolta è facile assistere a persone che li pregano scambiando la propria fede con un cenno che ne garantisca la loro esistenza: " Se ci sei batti un colpo", questo è proprio il peggior modo di comunicare con loro, potrebbe essere paragonato a una comunicazione intermittente del tipo "ci sei, no non ci sei".

Come comunicano gli Angeli con Noi

Gli Angeli non Assolvono ai nostri doveri, ma ci supportano mentre lo facciamo, non risolvono i nostri problemi, ma ci incoraggiano nel riuscire a trovare le soluzioni, non ci indicano la via da percorrere, ma ci proteggono da quelle che ci possono fare troppo male e quando ciò accade sono sempre con noi per aiutarci,  ci ricordano ogni volta cosa significa amare perché sono presenti in tutto ciò che rappresenta l'amore e ci sostengono e incoraggiano a viverlo nella nostra vita, essi comunicano attraverso i nostri pensieri e le nostre emozioni, attraverso quelle vibrazioni che ripercorrono tutto il nostro corpo e che ci fanno sentire pieni di vita. Dobbiamo imparare a riconoscerli come parte di noi e non come entità separate e fintanto che questa convinzione resta viva in noi, non siamo in grado di ascoltarli e di vederli. Questo passaggio di consapevolezza è necessario per raggiungere un prossimo step di comunicazione che si avvicina maggiormente a quella che si intende con comunicazione, quindi il problema non consiste nel saper chiedere aiuto al tuo angelo attraverso una qualche lingua e tanto meno con la preghiera, ma piuttosto nel saper cogliere la risposta in ciò che viviamo. Buona Riflessione!

 

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

1 | 2

Previous ◁ | ▷ Next