Friday, 01 February 2019 09:05

Hereafter, cosa c'è dopo la morte. Un film Consigliato

La nostra recensione e trama del film Hereafter 

Ecco un altro film molto interessante da vedere, girato da Clint Eastwood nel 2010 con Matt Damon tra i principali protagonisti; la trama consiste nell'intreccio di tre storie guidate dallo stesso tema ossia l'Aldilà, che attraverso esperienze differenti tra loro daranno il via ad una ricerca di esperienze e contatti con un tema troppo spesso considerato tabù dalla società e che resta un profondo mistero riservato a chi intende ignorarne i segnali. Il Film inizia con una catastrofe che cambierà la vita di una famosa reporter francese, sopravvissuta alla tragedia e riportata in vita da alcuni soccorritori, i momenti che precedono il suo ritorno alla vita  la porteranno a scrivere un libro grazie anche ad una raccolta scientifica di testimonianze di persone come lei ritornate in vita dopo essere state dichiarate morte. La seconda storia è di un bambino che dopo aver perso l'amatissimo fratello, quasi gemello, a causa di un incidente tenta di avere un contatto con lui cercando tra i tanti truffatori del paranormale, fino a quando incontra lui, un vero sensitivo che rifiuta il suo dono per le tante le sofferenze subite in passato, Matt Damon interpreta questa figura che attraverso la sua trama intreccia la storia degli altri due protagonisti che incontrerà casualmente in un viaggio in Inghilterra, appena sconvolta da un attacco terroristico in metropolitana.

Alcuni segnali dell'esistenza di un'Aldilà fatta di persone 

La Reporter francese mentre rischia di annegare e viene riportata in vita dai soccorritori fa esperienza di una visione sovrapposta tra la realtà ed una dimensione fatta di persone di luce che parlano e vivono in una realtà perfettamente sovrapposta a quella fisica, l'esperienza è totalizzante, e le sensazioni sono di assenza di tempo e dimensione fisica con una percezione di presenza in ogni cosa, queste percezioni sono poi confermate da una dottoressa a capo di una clinica per malati terminali che affiderà il proprio lavoro su campo per la stesura del libro. L'esperienza del bambino reduce della perdita del fratello si può dire che è più pratica, ed apre le porte verso un panorama fatto di visionari e truffatori del paranormale, ma un segnale significativo lo ottiene lui stesso quando il fratello fa cadere il capello che lui indossa in suo ricordo e questo lo salverà dalla sciagura in metropolitana evitando di salire sul vagone. Ed infine Matt Damon che attraverso il suo dono è in grado di richiamare a sé attraverso un contatto fisico le anime dei cari che non sono più in vita e comunicare messaggi importanti, spesso questi messaggi sono utili a liberare il senso di dolore in coloro che richiedono questo contatto. 

Curiosità riguardo Alla chiaroveggenza del Sensitivo interpretato da Matt Damon

Il motivo per cui è diventato un sensitivo è dovuto al fatto che in passato un'infezione lo ha costretto ad una serie di interventi alla Nuca, causando una serie di ripetute rianimazioni che lo hanno sospeso tra la vita e la morte, dopo questo episodio, nel tempo ha sviluppato questo dono di poter vedere e sentire le persone decedute, sebbene non sia chiaro in lui cosa vi sia aldilà della vita.  La cosa interessante di questo particolare della nuca che ha richiamato la mia attenzione consiste nel fatto che lo sviluppo di qualità chiaroveggenti dipendono in effetti da un particolare sviluppo di un centro situato proprio nella nuca stessa di ciascuno essere umano vivente, questo in realtà ci rende tutti potenziali sensitivi, ma occorre saper sviluppare tali facoltà in modo attento e seguendo le istruzioni. Questo particolare come tanti che spesso mi capita di vedere durante alcuni film che possiamo definire ispirati, denota come una certa conoscenza sia divulgata alle masse fungendo da suggerimento in particolare per alcuni spettatori che sanno coglierne il significato e comprenderlo, mentre per altri resterà semplicemente un film come tanti da ritenere piacevole o meno, tutto sommato il film non ha particolari momenti di suspense, anzi potrebbe essere anche a tratti noioso se non fosse per qualche momento un po' adrenalinico come l'arrivo dello tsunami e l'attentato in metropolitana.

Valutazione del film Hereafter

Il Film in sé non mi ha lasciato senza parole come altri, che trattano questo tema, ma nel suo insieme il messaggio non troppo ridondante sulla morte è trattato con rispetto e consapevolezza e questo mi fa propendere su una valutazione positiva, lascia in effetti un mistero che in sé neutralizza un tabù fin troppo diffuso riguardo questo tema, insomma dopo la morte si continua a vivere, ma non si sa bene dove, c'è luce anzi tanta luce, ma non appartiene alle ideologie diffuse tra i popoli nelle tante interpretazioni dei svariati culti. Con tutto questo la religione non ha un ruolo così prominente e la ricerca di filmati in youtube del bambino lo dimostra nei tanti insignificanti modi di interpretare il mistero della morte da parte dei vari rappresentanti che sono alla pari dei tanti imbroglioni sensitivi che creano business da questa opportunità. Il film mi ha dato più conferme che domande e rispecchia a pieno una minoranza delle persone che sono in grado di dare conferma del messaggio, per cui seguite il trailer che vi ho lasciato in questa pagina e se volete possiamo discutere di questo tema insieme! Buona Visione!

 

Rate this item
(0 votes)

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

1 | 2

Previous ◁ | ▷ Next